CIRCOLARE FINANZA AGEVOLATA OTTOBRE 2014

CIRCOLARE FINANZA AGEVOLATA OTTOBRE 2014

Oggetto: circolare finanza agevolata ottobre 2014.

 

  1. FINANZIAMENTO A TASSO ZERO PER ARTIGIANI E COOPERATIVEL'importo dell'investimento non può essere inferiore a euro 42.000,00 e superiore a euro 1.000.000,00.La durata sale a 8 anni + 1 per investimenti superiori.SONO AMMESSE LE SPESE FATTURATE DOPO LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDAedifici ,opere murarie e assimilate (solo impiantistica aziendale e lavori edili correlati agli investimenti in macchinari e/o attrezzature),
  2. mezzi e attrezzature di trasporto (sono ammesse anche le imprese di trasporto merci che devono acquistare autocarri, anche usati).
  3. impianti industriali – macchinari- attrezzature,(ANCHE USATI)
  4. Spese ammissibili
  5. Il piano di ammortamento prevede 5 anni + 1 per investimenti fino a 300.000 euro
  6. Finanziamento a tasso zero nella misura del 60% ,70% (per imprese giovanili o femminili)del programma di investimento ammesso all'agevolazione.
  7. IMPRENDITORIA GIOVANILE E FEMMINILE
  8. Imprese costituite da non più di 3 anni formate in maggioranza da giovani al di sotto dei 40 anni o donne.  Viene concessa una garanzia da parte della Regione Toscana pari all'80% del finanziamento da richiedere per coprire le spese di gestione e di acquisto di beni strumentali.
  9. FINANZIAMENTI PER ESIGENZE DI LIQUIDITA' acquisto di scorte o altre forniture
  10. La Regione concede un fondo di garanzia per l'ottenimento di un finanziamento bancario per le  seguenti esigenze di liquidità: copertura del costo lordo del personale per 12 mesi finanziamento degli investimenti effettuati negli ultimi tre anni rifinanziamento di debiti a lungo termine con finanziamenti a tasso più vantaggioso
  11. NUOVA SABATINI

Introdotta con il Decreto Fare, la “nuova Sabatini” garantisce un più semplice accesso al credito offrendo:

• un finanziamento bancario di importo compreso tra 20 mila e 2 milioni di euro per realizzare investimenti, anche mediante leasing finanziario, in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché in hardware, software e tecnologie digitali

• un contributo economico che copre parte degli interessi sui finanziamenti contratti, pari all’ammontare di quelli calcolati su un piano di ammortamento a rate semestrali, con tasso del 2,75% e durata 5 anni;

• una copertura sul finanziamento fino all’80% del suo ammontare, tramite “Fondo di garanzia per le PMI”.

Non sono ammesse le spese per l’acquisto di un terreno o fabbricato da destinare ad uso produttivo e quella per la realizzazione di opere murarie; è invece agevolabile l’acquisto di un impianto fotovoltaico funzionale allo svolgimento dell’attività d’impresa, macchinari, impianti diversi.

 

 

 

  1. VALORIZZAZIONE BREVETTI, DISEGNI E MODELLI INDUSTRIALI ATTIVITÀ AGEVOLATE A titolo esemplificativo i servizi agevolabili possono riguardare:studi e analisi per il lancio di  nuovi prodotti e sviluppo di nuovi mercati;ENTITÀ DELL’AGEVOLAZIONE Il contributo è pari al massimo all’80% dei costi ammissibili nel limite di € 70.000,00.
  2. predisposizione  degli accordi di cessione in licenza del brevetto, predisposizione di accordi di segretezza.
  3. progettazione, servizi funzionali alla prototipazione, ingegnerizzazione, realizzazione stampi, test di produzione, certificazione di prodotti e processi;
  4. Il contributo è finalizzato all’acquisto di servizi specialistici funzionali all’implementazione di brevetti, modelli o disegni industriali.
  5. AIUTI ALL'INNOVAZIONE NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE REGIONE TOSCANA
  6. La Regione Toscana ha approvato la concessione di aiuti in conto capitale a favore delle imprese del settore manifatturiero e servizi che investono per realizzare
  • innovazione di prodotto e di processo;
  • mutamenti nelle pratiche di gestione aziendale;
  • nuove strategie di marketing le spese ammesse al contributo sono:
  • per innovazioni di prodotto
  • Le innovazioni introdotte dall’impresa non devono necessariamente consistere in prodotti, processi, pratiche, modalità organizzative o strategie nuove per il mercato; è sufficiente che risultino nuovi per l’impresa che li introduce.
  • a) servizi di consulenza e supporto all'innovazione
  • b) personale qualificato impiegato nel progetto
  • c) costi per ottenimento di brevetti

 

per innovazione dei processi ed organizzazione:

  • a) spese del personale impiegato nel progetto
  • b) costi generali
  • c) strutture, attrezzature e locali utilizzati

 

Gli investimenti devono essere compresi tra 50.000 e 500.000 euro

L'aiuto pubblico è un contributo in conto capitale pari al 30% delle spese.

 

 

A disposizione per ogni approfondimento, cordiali saluti

 

                                                                                             

 

Dott. Dino di Gennaro

                                                                                                                            Consulenti Associati

                                                                             

I commenti sono chiusi